HOME |   RECENSIONI | NELLE VICINANZE | EVENTI | GENTE DI TOSCANA |                            |FAQ | Come prenotare | Dove siamo | Meteo
Italiano English

Dove vuoi andare?

…….Esplorando la Toscana…….
Tre ingredienti per rendere la vostra vacanza completa dalla A alla Z:
Cultura, Sapori e Tradizioni



La famiglia Ciampalini vi invita a scoprire i luoghi più caratteristici e peculiari della Valdelsa e dintorni con i loro antichi sapori e tradizioni.

Per questo abbiamo ideato per voi escursioni di mezza giornata, che vi permetteranno di conoscere borghi di notevole bellezza anche se meno noti della più famose città d’arte.

Non solo: tra una visita e l’altra non sarà difficile scovare locande a gestione familiare con una cucina tipica sorprendentemente deliziosa e genuina.

Certaldo

Si trova a 10 minuti circa di auto (o di treno) dall’Agriturismo Le Docce. Il paese è di origine etrusco-romana, nonché la patria di Giovanni Boccaccio, di cui esiste ancora la casa trasformata in biblioteca specializzata, ricchissima di studi e traduzioni sul ‘Decamerone’. Il paese si divide in due parti: quella bassa più nuova e ricca di negozi di vario genere, e quella alta, più antica circondata da mura medioevali ben conservate che mantiene ancora intatto tutto il suo fascino. Qui si svolge ogni anno in Luglio ‘Mercantia’ un evento unico nel suo genere, nel quale si danno appuntamento gli artisti di strada più bravi che animano ogni vicolo o piazza. Si ritrovano artisti ed artigiani, si rivivono le emozioni ed i divertimenti dei tempi che furono. Si svolgono anche altre importanti manifestazioni culturali, fiere eno-gastronomiche con rievocazioni medioevali in Settembre, Ottobre e Dicembre.

Da visitare nel Borgo Alto il Palazzo Pretorio, antica dimora dei Conti Alberti e pregevole struttura architettonica. Al suo interno, da non perdere la Sala delle Udienze, il Cortile, la Sala Grande e la Sala del Consiglio.

Montaione

Le origini di Montaione risalgono al periodo medievale, si trova a 10 minuti di auto dall’agriturismo, a circa 400 mt sul livello del mare, è circondato oltre che dal tipico paesaggio percorso da vigneti, oliveti e filari di cipressi, anche da vaste aree boschive.

Panoramica e suggestiva vista sulla Valdelsa dalla piazza principale.

Da visitare il borgo con il Palazzo Pretorio le cui origini risalgono al 1257 e la Cisterna Romana del II secolo d.C., in località Sant’Antonio in una zona denominata “Il Muraccio”.

Di notevole interesse la frazione di San Vivaldo che si trova a pochi chilometri da Montaione, al centro di una vasta area boscosa denominata Boscotondo. Qui si ritirò a vita eremitica, all’inizio del Trecento, il francescano Vivaldo Stricchi da San Gimignano, trovato morto nel cavo di un castagno che gli serviva da dimora. Sul luogo sorse un eremo, nel 1497 trasformato in convento. Ciò che distingue San Vivaldo, è il suo Sacro Monte o Gerusalemme di Toscana, un insieme di cappelle e tempietti con gruppi in terracotta e dipinti di scuola robbiana del XVI secolo. Ideatore e realizzatore del Sacro Monte nei primi anni del ‘500 fu Padre Tommaso da Firenze. La Gerusalemme di San Vivaldo è la riproduzione esatta, in scala ridotta, della vera Gerusalemme della fine del XV secolo: si è cercato di trasferire in loco la Terrasanta, ricostruendo i luoghi essenziali della Via dolorosa.

Da visitare anche la Tenuta di Castelfalfi, di circa 1200 ettari, immersa in un'oasi naturale.

Firenze


Dista 30 km dal nostro agriturismo. Un turista che giunga a Firenze dovrebbe anzitutto dedicare la prima visita alla Galleria degli Uffizi che accoglie una delle più ricche collezioni di opere d'arte del mondo iniziata dai Medici nel secolo XV. Accanto agli Uffizi c'è Palazzo Vecchio con i suoi quartieri monumentali che, creati nei secoli XV e XVI, conservano il carattere originario decorati di affreschi, mobili, dipinti e arazzi.
Se la giornata è bella merita trascorrere il pomeriggio in una passeggiata al viale dei Colli fino al Piazzale Michelangelo da dove è possibile ammirare il più bel panorama della città.
Da visitare assolutamente è il Battistero, il "bel San Giovanni di Dante", la cui costruzione viene fatta risalire al V secolo con un rimaneggiamento esterno ed interno compiuto fra il XI e il XII secolo. Ammiratissime le porte d'oro del Ghiberti.
Accanto c'è il Duomo o Santa Maria del Fiore,di grandiosa mole, iniziata da Arnolfo di Cambio l'8 settembre 1296 sopra le fondamenta dell'antica cattedrale di Santa Reparata. Alla destra del Duomo c'è il campanile iniziato da Giotto nel luglio del 1344 e continuato, dopo la sua morte, da Andrea Pisano e poi da Francesco Talenti che lo portò a termine nel 1359.
Altra tappa obbligata è in Piazza della Signoria dove si trova il maestoso Palazzo Vecchio, sede del comune cittadino. A destra del Palazzo si aprono le arcate della grandiosa Loggia dei Lanzi. Numerose opere di scultura collocate nella piazza e sotto la Loggia (fra le più famose il Perseo di Benvenuto Cellini ed il Ratto delle Sabine del Giambologna) ne fanno un vero museo all'aperto.
Altra segnalazione va fatta per la Galleria dell'accademia dove sono raccolte alcune delle maggiori opere di Michelangelo tra cui il David. All'interno della galleria si trova anche una pinacoteca con opere di pittori fiorentini dal XIII al XVI secolo.
Per concludere questo rapido sguardo sui monumenti maggiori di Firenze è da segnalare Palazzo Pitti, il più grande dei palazzi fiorentini. All'interno si trovano la Galleria Palatina o di Pitti (accoglie molte opere di artisti italiani e stranieri dal 1400 al 1700), la galleria d'arte moderna (pittura toscana del XIX e XX secolo), il museo degli argenti, il museo delle carrozze e gli appartamenti ex reali.
Sul retro del palazzo si apre il Giardino di Boboli, uno dei maggiori esempi di giardino all'italiana. E' ricco di statue, fontane e di vegetazione estremamente curata e rara.
Tra le chiese più importanti di Firenze ci limitiamo a segnalare Santa Croce (con all'interno le tombe dei "grandi" italiani), San Lorenzo (con le tombe medicee opera di Michelangelo), Santa Maria del Carmine (con la Cappella Brancacci affrescata dal Masaccio), Santa Maria Novella (con il Crocifisso del Brunelleschi ed un Crocifisso su tavola di Giotto), San Miniato al Monte, Santo Spirito e la chiesa ed il convento di San Marco.
.



Montelupo

Raggiungibile in auto in circa 20 minuti, vanta tra le manifestazioni più caratteristiche, la Festa Internazionale della Ceramica, con esposizione e vendita di prodotti artigianali locali, ricostruzioni storiche, mostre e rievocazioni tradizionali.

Il centro storico del paese ospita negozi in grado di fornire un ampia panoramica sui prodotti tipici locali: ceramica e vetro.

Da visitare il museo archeologico della Ceramica, dove sono esposti i reperti archeologici del territorio dalla Preistoria alla fine del Medioevo e le ceramiche di fabbricazione locale rinvenute negli scavi urbani.

Vinci

Famosa per aver dato i natali a Leonardo, si trova sulle colline del Montalbano a circa 25 minuti di auto. In passato Vinci fu oggetto di contesa tra i nemici di Firenze e visse direttamente le turbolente vicende che tormentarono la vita politica di Firenze.

Il Castello dei Conti Guidi risale all’alto Medioevo, poi divenne possesso dei Conti Guidi fino al 1254. Nel 1919 tornò proprietà del comune di Vinci. Dal 1953 ospita il Museo Leonardiano, da non perdere, che è oggi una delle raccolte più ampie ed originali di macchine e modelli di Leonardo.

La Biblioteca Leonardiana è invece un centro completo e specializzato sull’opera di Leonardo da Vinci. Inaugurata nel 1928 è da allora punto di riferimento per studiosi e ricercatori italiani e stranieri. A circa 3 km. da Vinci, in località Anchiano, si trova la Casa Natale di Leonardo che rappresenta una naturale integrazione alla visita al Museo.

San Gimignano

Caratteristico, famosissimo borgo della campagna senese, a circa 20 minuti di auto. Con le sue torri è a tutt’oggi una delle mete più visitate della Toscana. Ricco di negozi di ceramica ed alabastro, offre ai turisti una straordinaria fioritura di opere d’arte di artisti fiorentini e senesi, raccolte nelle numerose chiese e nei musei. Il palazzo del Comune, da sempre al centro della vita cittadina, conserva diverse testimonianze artistiche. La Piazza della Cisterna è dominata dalla grande cisterna in travertino e riporta lo stemma del Podestà Malavolti che la ricostruì nel 1346. La piazza è dominata da palazzi e torri medioevali tra cui Palazzo Cortesi-Lolli, il Palazzo Lupi e la Torre del Diavolo.

Da non perdere il proverbiale gelato alla Vernaccia di San Gimignano ed altre specialità della pluripremiata gelateria in Piazza della Cisterna.

Siena

situata a 40 km dall’agriturismo, è una piccola città che ha sempre suscitato profondo interesse verso i turisti, per la bellezza dei suoi monumenti e per la ricchezza delle opere d'arte.
Piazza del Campo, o semplicemente il Campo, è il punto di incontro dei tre colli sui quali sorge la città. La piazza, una delle più belle del mondo, è teatro del Palio.
Il Palazzo Pubblico, costruito nel 1300, è uno dei più eleganti palazzi della Toscana ed uno dei più stupendi esemplari dell'architettura gotica. Il Duomo di Siena è uno dei più puri gioielli dell'arte italiana. La facciata è un capolavoro di arte gotica con sculture, colonnine, mosaici, pinnacoli. E' opera di Giovanni Pisano. La cattedrale fu iniziata nel 1100: la costruzione si protrasse per altri due secoli. Racchiude, fra una selva di pilastri, il celebre pergamo di Nicola Pisano, la cappella della Madonna del Voto, il coro in legno e la vetrata di Duccio di Buoninsegna. Inoltre presenta l'altare Piccolomini con sculture di Michelangelo, la cappella di San Giovanni Battista con un affresco del Pinturicchio e una statua di Donatello, la Libreria Piccolomini con gli affreschi del Pinturicchio ed il pavimento con 46 riquadri intarsiati.
Nel Museo dell'opera del Duomo ci sono la Maestà di Duccio di Buoninsegna e la più importante raccolta di statue di Giovanni Pisano.
La Pinacoteca nazionale offre un completo panorama della scuola pittorica senese dalle origini al 1600.
Le Chiese più importanti da visitare sono la basilica di San Francesco, la basilica di Sant'Agostino, quella di Santa Maria del Carmine e quella di Santa Maria dei Servi, la chiesa di Santa Maria della Scala e quella di Fontegiusta.
Altra chiesa interessante è San Domenico con l'adiacente casa di Santa Caterina, trasformata in oratorio


.

Colle Val d’Elsa

Denominata città del cristallo, a circa 30 minuti di auto. La città si sviluppa in una parte alta ricca di monumenti d’arte e palazzi, ed una parte bassa più nuova e moderna, con al centro l’ariosa Piazza Arnolfo di Cambio. Oggi a Colle si produce il 90% del cristallo italiano, molto apprezzato e richiesto sia in Italia che all’estero. La costruzione del Duomo risale agli inizi del 1600 e conserva in un cortile interno la parte inferiore dell’antica facciata della Pieve romanica di San Salvatore. Da visitare il Museo Civico e d’arte Sacra e quello Archeologico. Il mercato settimanale si svolge il Venerdì mattina.

San Miniato

Si raggiunge con circa 20 minuti di auto dall’agriturismo, di origine etrusco – romana.

Da visitare tutto il centro storico e la panoramica rocca di Federico II. Si segnala il nascituro sistema museale di San Miniato, che unirà vari poli espositivi permettendo di apprezzare collezioni d’arte, edifici civili e religiosi ed anche la struttura urbana ed il paesaggio.

San Miniato è inoltre la Città del Tartufo. Il pregiatissimo Tartufo bianco di San Miniato è molto raro detiene vari primati di qualità, ed è perciò conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo. La raccolta del tartufo risale al medioevo, ma solo negli ultimi 100 è organizzata per gruppi familiari della zona detti tartufai. Da 25 anni è stata costituita L’associazione tartufai della Colline Sanminiatesi che raggruppa oltre 400 tartufai delle valli dell’Era, dell’Egola e dell’Elsa, tutti affluenti dell’Arno.

Da circa 30 anni, negli ultimi 3 week-end di Novembre si svolge a San Miniato la Mostra Mercato Nazionale del tartufo bianco di San Miniato, dove si possono gustare ed acquistare i pregiati tuberi ed altre specialità tipiche della zona e delle altre città del gusto italiane. Si segnala anche la feconda tradizione teatrale, che si estrinseca in estate con numerose rappresentazioni e feste del teatro.

 

 

Pisa

Dista  45 km dal nostro agriturismo è situata in una vasta pianura alluvionale (4 metri sul livello del mare) a pochi chilometri dalla costa tirrenica, Pisa  si distende sulle due rive del fiume Arno.

Tra i maggiori centri culturali d'Italia, Pisa conserva un ricco patrimonio artistico, originale rielaborazione medievale di influenze islamiche, lombarde e locali.

Da ricordare lo stupendo duomo e la sua torre pendente, un monumento che fa parlare il mondo in quanto dichiarato come una delle sette meraviglie.

Capoluogo di provincia della Toscana e sede arcivescovile, la città è oggi un prestigioso centro universitario e di ricerca.



Volterra

A circa 50 minuti di auto da Le Docce, è un gioiello d'arte etrusca, romana, medievale e rinascimentale, che si stende su uno scosceso crinale circondato da aspri calanchi e domina, da un colle di 550 metri, tutta la valle del Cecina fino al mare.

Un paesaggio incontaminato, una qualità della vita ancora a dimensione umana e un artigianato artistico unico al mondo: l'alabastro.

A Volterra la storia ha lasciato il suo segno con continuità dal periodo etrusco fino all'ottocento, con testimonianze artistiche e monumentali di grandissimo rilievo, che possono essere ammirate semplicemente passeggiando per le vie del centro storico, ma anche visitando i tre musei cittadini: il Museo Etrusco, la Pinacoteca Civica e il Museo d'Arte Sacra.

Oltre al suggestivo perimetro delle mura medievali, possiamo ammirare le porte, ottimamente conservate, che consentivano l'accesso all’interno della città. Appena fuori la cinta di mura medievali, si trova una vasta area di scavi: il Teatro Romano, costruzione che risale alla fine del I sec. a.C.

Per facilitare la vostra ricerca culinaria … l’ Agriturismo Le Docce vi suggerisce:

Il Castagno: Via Volterrana 2 (Gambassi Terme)
Taverna Antica Fonte: Via Valdracca 25 (Certaldo)
Ristoro Poggio a Issi: Loc. Settefonti (San Gimignano)

 

 

 

2010 - Agriturismo Le Docce
P.I. 05801990481
Via Lorenzoni, 17/32 - 50051 Castelfiorentino (Firenze)
Tel. +39 0571 672441 - Mobile +39 338 1759559
Fax +39 0571 61634
2010 Un progetto Aperion.it WEB & SEO Agency
SCOPRI AGRITURISMO LE DOCCE
Un vero Agriturismo
Gli Appartamenti
I servizi
Le Attività

COSA PUOI FARE
Nelle Vicinanze
Eventi
LIFESTYLE
Gente di Toscana

DOMANDE PIU' FREQUENTI
Faq

DOVE SIAMO
Mappa e info

METEO
Toscana e previsioni per Firenze e dintorni
CONTATTI
Tutti i nostri recapiti
Compila il form richiesta informazioni

RECENSIONI
Leggi le recensioni su TripAdvisor
Scrivi una recensione su TripAdvisor

L'OFFERTA
Tariffe
Richiedi la disponibilità